Congedo obbligatorio e facoltativo del padre

La legge di stabilità 2016 estende a 2 giorni (anche non continuativi) il congedo obbligatorio del padre; il diritto va esercitato entro i primi 5 mesi di vita del bambino. Il trattamento economico rimane pari al 100% della retribuzione ed è a totale carico dell’INPS. Rimane altresì inalterata la facoltà di godere in aggiunta ai 2 giorni di cui sopra, di ulteriori 2 giorni che però verranno detratti dal congedo di maternità riconosciuto alla madre, anticipando così il termine dell’astensione.