Elezioni 24 e 25 Febbraio 2013 - Gestione dei permessi elettorali

Prima dello svolgimento delle operazioni elettorali il lavoratore dipendente nominato presidente di seggio, segretario, scrutatore o rappresentante di lista/gruppo è tenuto ad avvisare il proprio datore di lavoro della sua partecipazione ai seggi. \nAi lavoratori interessati deve essere garantito:

• lo stesso trattamento economico che sarebbe spettato in caso di effettiva

prestazione lavorativa, per i giorni lavorativi passati al seggio;

• un’ulteriore retribuzione (pari a una giornata di retribuzione) o un riposo

compensativo, per i giorni non lavorativi o festivi trascorsi ai seggi per lo

svolgimento delle operazioni elettorali.\nLa legge sancisce, quindi, il diritto del lavoratore a svolgere queste funzioni; ne consegue che il datore di lavoro non può, in nessun caso, impedire al proprio dipendente di adempiere a tale compito.

Certificazione ISO 9001 / Miglior posto di lavoro in Alto Adige