Omesso versamento contributivo: scatta la depenalizzazione

Con il D.lgs. 08/2016, dallo scorso 6 febbraio non è più perseguibile penalmente ci non versa contributi previdenziali fino alla soglia di 10.000 € annui. Al di sotto di tale soglia, l’omissione è punita soltanto con una sanzione amministrativa pecuniaria tra un minimo di 10.000 € e un massimo di 50.000 €. Inoltre, qualora il datore provveda al versamento delle ritenute entro 3 mesi dalla contestazione o dalla notifica dell’avvenuto accertamento della violazione, non è né punibile né assoggettabile alla sanzione amministrativa.